Lettera Presidente SINP

Carissimi
Voglio innanzitutto ringraziarvi, ancora una volta, della fiducia e del grande onore che mi avete fatto nell’eleggermi: Presidente della Società Italiana di Nefrologia Pediatrica.

Sinceramente non pensavo di poter meritare questo grande onore, per cui la mia felicità e molto grande in quanto tale riconoscimento rappresenta per me il completamento di un lungo ma bellissimo percorso iniziato oltre 30 anni fa. Grazie ancora..
Colgo inoltre l’occasione di ringraziare Enrico che è stato un presidente perfetto per la sua grande disponibilità, equilibrio e grandissimo impegno in ogni situazione, confrontandosi continuamente e democraticamente con tutti i componenti del CDA. Nel mio piccolo cercherò di continuare nel solco che lui ha tracciato cercando di non farlo troppo rimpiangere.
Vi presento quindi il nuovo direttivo che sarà composto:dalla Vice presidentessa Laura, dalla frizzante Elisa…torna presto..dal napoletano Gabriele, dalla meticolosa e instancabile Puccia segretaria…grazie per il bellissimo congresso…dal barbuto Bruno e dal neofita bolognese Andrea.
Infine devo ammettere che ho ancora negli occhi l’immagine della sala gremita di pediatri durante il Seminario del sabato.
E’ una immagine bellissima che ci fa capire quanto i Pediatri ci “amano” per cui ci seguono ormai da anni forse per la nostra grande
disponibilità o perché la nefrologia piace ai pediatri o forse perché gli proponiamo in modo semplice quello che loro desiderano ascoltare. Loro pertanto sono la nostra vera e viva forza che ci consente di guardare con serenità al futuro.
Prima di lasciarvi è doveroso un grazie infinito ad Alberto e Puccia che ci hanno regalato uno dei più’ bei congressi degli ultimi anni. Grazie e ancora Grazie .Il seminario di sabato è stato la ciliegina su un congresso splendido.
Adesso ci attende una nuova sfida da vincere: il prossimo congresso sarà a Matera, una nuova regione una nuova collega: la D.ssa Mencoboni, grande innamorata della nefrologia che chiede spazio. Noi siamo pronti a dare tutta la nostra energia e collaborazione perché anche questa sfida sia vinta.

Vi abbraccio tutti ed arrivederci a MATERA ottobre 2013
Tommaso De Palo